This project has been funded with support from the European Union. This website and all its content reflect the views only of the author,

and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein. Agreement no: 2014-1-FI01-KA204-00088

A narrative and story approach to empower cooperation, cohesion and change in communities through non-formal education.

Raising Strong and Resilient Communities

Raising Strong and Resilient Communities

Contesto  e situazione attuale

La situazione economica e sociale sta cambiando, a livello globale come in Europa. Le comunità sono in una fase di transizione, e non solamente per i fenomeni della migrazione, ed i cittadini sono obbligati a diventare più autosufficienti. Questi sono i cambiamenti e le sfide che ci troviamo ad affrontare sebbene non siano facili da accettare nè tantomeno semplici da trattare.

Iniziative di successo dipendono da fattori come la fiducia, la condivisione di emozioni, il riconoscere e accettare le differenze. Se la coesione ed il progresso sono gli obiettivi, la narrazione (storytelling) può offrire gli strumenti e generare anche impegno e compassione. Storie di valori condivisi, di progetti condivisi e di maggiore uguaglianza offrono degli ottimi esempi a riguardo. La narrazione di maggior successo che esprime tutto questo è la democrazia dove ognuno ha una voce e la possibilità di scegliere.

 

Obiettivi

Con il progetto ‘Raising Strong and Resilient Communities’ il partenariato vuole sviluppare una serie di strumenti didattici che possano essere utilizzati per una educazione degli adulti (con un focus sulla educazione non formale) incentrata sulla cittadinanza attiva e la partecipazione. Questi strumenti si basano sulla ridefinizione e sviluppo di approcci, teorie e metodi di ‘storytelling’ esistenti.

Questi strumenti sono un manuale per insegnanti/formatori, corsi strutturati per gli educatori degli adulti, e una collezione di video/registrazioni audio per presentare le pratiche migliori e le possibilità di utilizzo.

Gli strumenti saranno creati attorno allo sviluppo di competenze di cooperazione e comunicazione presenti in comunità diverse, e divise da gap intergenerazionali, interculturali, etc in modo che coloro i quali apprendono si possano impegnare attivamente nel lavoro con le comunità locali.

 

Attese

L'aspetto innovativo di questo progetto è che esso mira a formare e facilitare gli educatori delle comunità a lavorare con metodi concreti narrativi (ad es Participatory Narrative Inquiry, Participatory Learning in Action, Mappe di Comunità e di rete), con linee guida e corsi finalizzati a sostenere le comunità nel fronteggiare il presente ED immaginare FUTURI possibili.

Si baserà su approcci individuali che portino a modificare gli atteggiamenti, i discorsi negativi dell'individuo e la predominanza nelle storie del passato.

Il progetto sosterrà quindi la pianificazione di un futuro per la comunità tramite azioni concrete, ispirate e portate avanti da una storia di comunità che genererà processi partecipativi e collaborative e alla fine porterà un cambiamento positive.

 

L'aspetto più importante di questo progetto sarà che i partner lavoreranno su dei casi concreti, con operatori di comunità/educatori selezionati a livello nazionale e con le rispettive comunità. Testando i nostri strumenti, comprenderemo in modo efficace e profondo come 'lavorare' con storie di comunità (e quindi orientarle verso il futuro). In questo modo i metodi utilizzati, il manuale ed i corsi diventeranno strumenti di educazione e punto di partenza per gli educatori, i volontari ed i lavoratori (sociali /di  strada) nelle diverse comunità.